Produzione

Per il governo sostenibile dei cicli alimentari gli aspetti legati alla produzione non si possono ricondurre alla sola dimensione urbana e periurbana e, soprattutto per le grandi regioni urbane, la prospettiva di alimentare le città con la produzione degli immediati dintorni non può essere vista come una soluzione definitiva e praticabile. Ciononostante, la presenza dell’agricoltura come parte integrante dei contesti urbani ha ruoli, valori e potenzialità molto superiori a quelle spesso comunemente percepite. Data la molteplicità dei valori e degli effetti che possono essere generati da un governo adeguato dell’agricoltura in ambiti urbani, il tema della produzione costituisce uno dei principali motori delle politiche urbane per il cibo. Da un punto di vista urbano i ruoli della produzione agricola si intrecciano con le molte tipologie di orti urbani, di giardini comunitari e campi condivisi, con le fattorie sociali e con le produzioni che si sviluppano dentro e intorno alle città. Il valore aggiunto di ciascuna di queste forme di produzione alimenta una biodiversità sociale fatta di criteri di produzione, modalità organizzative e comunità concentrate a trovare significati diversi alla coltivazione urbana. Vancouver, Montreal e Shanghai hanno accumulato un’ampia esperienza nello strutturare programmi di orticoltura all’interno di spazi pubblici o in zone di frangia urbana; molte città hanno programmi di supporto all’orticoltura urbana che comprendono attività formative, la fornitura di servizi agli orticoltori, la definizione di criteri agroecologici e il supporto alla nascita di nuove attività economiche. In diverse città esistono programmi municipali per la diffusione di coltivazioni affidate a comunità di migranti e finalizzate a garantire una produzione agricola urbana culturalmente appropriata.